STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
amantiperfettiUNO SCONOSCIUTO AL CINEMAche seratala cinesebook fotografico con sorpresa1ora sempre senza mutandineLa mia passione per le foto Osèil fantastico perizoma di mia suocera
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

Vincenzo
Scritta da: youlost (2)

Avevo quasi 19 anni quando iniziai ad andare frequentemente dal dentista per problemi alle gengive, aimè, ereditati da mio padre.
Il dentista in questione si chiamava Vincenzo, bellissimo odontoiatra di 35 anni circa.
Per i primi periodi andavo circa ogni 3 mesi, per tenere la situazione sotto controllo, poi quando si presentò un problema ai denti del giudizio mi visitava ogni 2025 giorni.
A dire la verità mi scocciava tantissimo arrivare al suo studio, lontano un'ora di macchina da dove abitavo, ma sia lui che suo padre erano i nostri dentisti di fiducia.
Lui era ben piazzato, alto, moro e anche parecchio muscoloso. Più tardi avrei anche scoperto che fosse parecchio dotato.
Nei vari incontri che facemmo si comportò sempre in maniera impeccabile e professionale, visti anche gli anni che ci separavamo e il legame tra le nostre due famiglie.
Un giorno accadde che dovetti andare al suo studio per ritirare delle lastre, e visto che rimanevo in zona tutta la giornata, ci andai quasi per l'orario di chiusura, in modo da non togliere tempo agli altri pazienti.
Arrivai circa per le 19, mezz'ora più tardi avrebbe chiuso lo studio. Lo avvisai con una rapida telefonata e mi accolse già pronto con le lastre.
Mi fece il solito controllo di routine, che non durava mai più di 10 minuti e mi sorprese con una domanda.
"Barbara, tu fai tanto sesso orale?".
Sul momento arrossii ma poi gli risposi:
"Sappiamo entrambi che questa domanda non c'entra nulla col lavoro che stai facendo ai miei denti però si, mi è capitato."
Lo vidi diventare rosso in viso, e gli lanciai un'occhiata fin troppo lunga, che lo fece sobbalzare.
In me che non si dica mi tolse tutti gli attrezzi dalla bocca e mi baciò con forza. Senza ulteriori ripensamenti mi infilò una mano tra le gambe e una nel reggiseno. Era abile e rapido e non mi dava nemmeno il tempo di pensare.
Fui presa da una scarica di adrenalina e gli abbassai la tutina celeste. Il suo pene era enorme e mi meravigliai di come riuscisse a tenerlo tutto nelle mutande. Mi sorpresi di poterlo avvolgere interamente con la bocca e gli regalai un pompino da capogiro, che mi inondò la bocca.
Mi mise stesa a pancia in su, mi alzò le gambe e mi penetrò con foga. Sentii il suo arnese fin dentro la gola e non riuscii a trattenere gli urli.
Stavo godendo come una pazza. Mi sbatteva i testicoli sull'ano e raggiunsi una serie di orgasmi che non riuscii a contare.
Scesi dal lettino e mi misi a pecorina, pronta ad avere quel bastone nel sedere. Mi accontentò subito e senza neanche prepararmi, mi sfondò.
Urlai di dolore ma lo incitai anche a continuare.
Stavo provando emozioni indescrivibili.
Venne dentro di me e andò al tavolo degli attrezzi. Aprì con la chiave un cassetto laterale e prese un dildo. Non ne avevo mai usati, ma l'idea mi eccitava da morire.
Lo infilò nella mia patatina, lasciò a me l'onore di muoverlo, e ricominciò a sfondarmi il culo.
Per un momento credo di aver perso i sensi, perchè non riuscivo a controllare il mio corpo.
Mi era successo solo un'altra volta di provare la doppia penetrazione, ma mai in quel modo.
Fece spazio nell'ano e insieme al pisello infilò il dildo. Li controllava in maniera pazzesca e mi fece venire ancora e ancora.
Fece subire lo stesso trattamento alla mia patatina, facendomi stendere per terra.
Mi sentivo completamente riempita e lui non smetteva.
Credo di essere stata scopata per ore, perchè quando uscii dal suo studio era buio.
Mi scopò ancora nell'ascensore e mi leccò con maestria.
Mi scopò altre decine di volte nei seguenti mesi, ogni volta con oggetti diversi.
Divenni per lui una vera macchina del sesso.
Lo provammo dappertutto e in tutti i modi possibili.
Era un vero Dio, e non si smentiva mai.

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 8): 5.88 Commenti (0)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10