STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
Sesso con la cognatauna giornata in.......la coinquilinaColpo di fulmineal cinemabarbara (1)Un'ossessione..Marta!La cenetta preparata da mio cognato
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

Voglia improvvisa
Sola a casa, mio marito è al lavoro e siamo senza figli, alla 10 del mattino lucidissima vado su internet e vedendo un riquadro con un uomo a dorso nudo mi prende una voflia da matti, era la prima volta che mi eccitavo pensando ad un altro, mi venne una voglia matta. Era d'estate
e con un pantaloncino corto ed una maglietta, mi sentii una voglia dentro la fica, mentre su internet navigavo alla ricerca di una casa in affitto per passare, come di solito le vacanze.
Mi toccai i seni turgidi, accarezzandoli con un dito bagnato di saliva, mi tolsi la maglietta ed i seni sboccarono fuori. Aveva voglia, tanta voglia, potevo masturbarmi ma il fatto mi ricordava l'infanzia e poi volevo un cazzo, un bel cazzo. Pensando che facendomi la doccia mi sarei calmata, me la feci fredda, ma niente da fare la fica ribbolliva, non sapevo come fare ad avere un uomo subito, ad un tratto squilla il telefono, mi metto l'accappatoio e rispondo: era mio cognato, il marito di mia sorella, che cercava lei, era sotto il portone perche' la moglie gli aveva detto che era di mattina da me, sua sorella. Gli dissi se la voleva aspettare, data che aveva detto che sarebbe stata da me tra poco, gli aprii la porta col citofono.
In fretta mi rimisi i pantaloncini, senza mutande per la premura ed una canottiera, la prima che trovai in bagno, si intravedevano i capezzoli.
Suono' alla porta ed io eccitattissima gli aprii.
Questo mio cognato è più anziano di mio marito sui 40 anni, a dire il vero avevo fatto dei pensierini su di Lui quando in spiaggia la scorsa estate gli si gongio il costume.
Entro disinvolto senza guardarmi e si avviò nello studio di fronte, non mi aveva visto bene e si sedette sul divano.
Entrando mi vide e mi guardò stupefatto un pò imbarazzate gli dissi che ero mi ero fatto una doccia da poco ma guardando i suoi pantaloni di cotone morbido vidi che al centro delle gambe era gonfio. Stavo per morire e diventai tutta rossa. Lui lo capì si alzo e teneramente mi fece una carezza, si era inumidita la fica, la sua faccia era vicina alla mia e con le sue labra mi sfiorò le mie che cedettero subito alla tentazione uscendo la lingua leccandogli le labra. Fu preso da una foga che mi fece quasi spavento, si abbassò i pantaloni uscendo un cazzo enormo più grosso di quello di mio marito, mi prese per il collo e mi abbassò all'altezza del suo cazzo che mi porse in bocca. Io alla vista con le mani lo scappellai ed incominciai a leccargli la cappella, poi me lo misi in bocca succiandoglielo forte come a masticarlo. lui mi strinze il collo e disse : puttana che non sei altro, ti farò godere come non mai, intanto mentre succhiavo lui mi sollevò dalla posixzione in ginocchio mi tolse le mutandi e mi disse di mettermi alla pecorina sopra il tappeto, lo feci,
e sentivo il suo cazzo strusciare tra la fica ed il buchetto, impazzisco! impazzisto! entramelo!
Lui calmo e piano piano mi infilò il cazzo scivolando nella mia fica, comincio' a sbattermi piano piano poi aumento la velocità fino a toccarmi col suo cazzo fino il fondo, io da principio emettei dei gemiti, ma con il cazzo dentro che mi picchiata cominciai a gemere più forme, gridai!
Tolse il cazzo dalla fica e me lo strofiò nel buchetto era bagnato. Mi disse :mio fratello te l'ha mai messa nel culo? No risposi. Vuoi che lo faccia. Intanto lo strofinio nel buchetto mi faceva impazzire. Mettimelo nel culo ma non farmi male!
Cominciò con due dita bagnate dalla saliva ad entrare nel mio buco del culo. Ti piace?-Siiiii! continua risposi. Subito dopo mise in posizione il cazzo all'esterno del buchino. Io intanto mi toccavo la fica le infilai due dita, mentre lui entrava piano, un piccolo dolore e poi affondo'.
Un dolore fortisssimimo che si calmò quando lui cominciò a stantuffarmi. Stavo godendo. Mentre Lui mi chiavava il culo io con due dita nella fica mi masturbavo e gridavo: sbattimi sbattimi.
Fino a quando non sentii lo sperma nelle mie budella.

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 286): 6.48 Commenti (15)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10